02 77790322 ugis@ugis.it

sottosuolo come risorsa

La cultura del costruire nel sottosuolo necessita sempre più di una divulgazione mirata, volta a comunicare la conoscenza sulle innovazioni portate avanti da tempo in questo settore dalle eccellenze italiane, tanto che in termini concreti e di pianificazione vi è una significativa richiesta anche a livello internazionale dell’expertise e della tecnologia italiane nel settore del tunnelling. L’Italia sta portando un contributo fondamentale al settore con i suoi studiosi, professionisti, imprese che da decenni hanno maturato un’esperienza che è punto di riferimento globale. Il sottosuolo è come una “quarta dimensione”: riserva di nuovi spazi e nuove idee di concepire la mobilità e gli utilizzi, al fine di risolvere problemi concreti legati alla qualità della vita dell’uomo in superficie, alla tutela paesaggistica e ambientale.
“Quarta dimensione: il sottosuolo come risorsa” è un appuntamento di informazione, divulgazione e aggiornamento, promosso da UGIS, Unione Giornalisti Scientifici Italiani con la collaborazione di FAST (Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche), che ha l’obiettivo di riflettere su una logica di utilizzazione pianificata del sottosuolo. Sempre di più oggi c’è la necessita di ragionare sulle attuali e future opportunità di collocamento delle nuove infrastrutture nel sottosuolo; di verificare i reali vantaggi offerti in termini di impatto ambientale e sicurezza; di definirne le modalità di realizzazione in ogni tipo di terreno, in funzione delle caratteristiche geologiche, geo-meccaniche e idrogeologiche; di proporre normative e leggi a regolare utilizzo e pianificazione del sottosuolo.

Programma:
Dalle Ore 09,00  Registrazione dei partecipanti
Ore 9.30-10,00 Apertura dei lavori
Giovanni Caprara (presidente UGIS, Unione Giornalisti Scientifici Italiani)
Pietro Lunardi (esperto di tunnelling, Studio Lunardi)
Ore 10,30, Interventi di ingegneri progettisti di tunnelling su case history nazionali e internazionali (Rocksoil):
Giovanna Cassani, “Progetti di eccellenza dell’underground italiano”
Martino Gatti, “Il sotterrano nelle infrastrutture di trasporto”
Andrea Bellocchio, “Le attività italiane all’estero nel campo del tunneling”
Giuseppe Lunardi, “Nuove frontiere nell’utilizzo dello spazio ipogeo”
Ore 11,30, I punti di vista delle grandi imprese di costruzione, di amministrazioni e committenze, di architetti e urbanisti:
Michele Longo (Direttore Generale Italia Salini – Impregilo)
Adolfo Colombo (membro esperto del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici), “Il problema culturale e formativo per l’acquisizione del consenso: Il punto di vista di amministrazioni e committenze”
Alessandra De Cesaris, (Dipartimento di Architettura e Progetto DiAP, Sapienza Università di Roma), “Sotto il suolo urbano. Nuove prospettive e possibilità”
Claudio di Prisco, (Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Politecnico di Milano), “Una nuova iniziativa del Politecnico nel settore del tunneling”.
Andrea Pigorini (Presidente Società Italiana Gallerie), “La capacità progettuale e realizzativa italiana per l’uso sostenibile del sottosuolo: dall’Alta Velocità Ferroviaria alle grandi commesse per la realizzazione di infrastrutture all’estero”

12.30/12.45 CHIUSURA DEI LAVORI DELLA MATTINATA

TAVOLA ROTONDA CON I GIORNALISTI, Ore 14.00-15.15/15.30
Coordinatore: Giovanni Caprara
Con la presenza di Luca Lotti (Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con Delega all’Informazione e comunicazione del Governo, all’Editoria e alla Pianificazione)